L'UNIVERSO DELLA MUSICA ♥" ♥ ♫ ♥ ♫

Nella foto da sinistra a desta:
1. Eric Clapton
2. Mick Jagger
3. George Harrison
4. BB King
5. Bob Marley
6. Robert Plant
7. Jimi Hendrix
8. Freddy Mercury
9. Paul Stanley
10. Elvis Presley
11. Slash
12. Marc Bolan
13. Bob Dylan





La musica ha qualcosa di immortale,
quindi di eterno e divino... 
Le note musicali, 
sono quelle briciole cadute dal tavoli degli angeli 
(invisibilità sonore),
ci sfamano lo spirito,
ci indicano con la loro eco il cammino di ritorno verso casa:
il Paradiso interiore. 
Ecco perchè la musica è il linguaggio 
per eccellenza dell'anima.














La vita dell'uomo colto 
dovrebbe alternarsi fra musica e non musica, 
come fra sonno e veglia.




Novalis









LA CREAZIONE DELLA MUSICA

Nel "La musica degli Ainur", un breve racconto che dà inizio al Silmarillion di Tolkien, viene descritta la cosmogonia tolkieniana dove il Dio crea pensando ogni cosa, ma il pensiero visto come un onda sonora dà ad ogni creatura una Nota Musicale, quindi ogni creatura messa insieme non è che un infinita armonia orchestrale. L'armonizzazione tra le creatura avviene al contatto, nel mettersi in sintonia, creando l'unisono (l'accordo), mentre il silenzio che lega le note era l'ammirazione delle note al loro Dio Eru, quindi l'attenzione è il sublime Silenzio, grembo della musica. Ma Melkor non volle ubbidire ad Eru e crea la dissonanza che rompe la monotonia e dà spazio a toni diversi, alla creatività, alla ricerca, le creature o note stonate danno luogo al diverso e all'integrazione. Questo che simbolicamente avviene in natura capita anche nell'anima: siamo in sintonia con persone che sono armoniose, che hanno le nostre note, che pensano come noi all'unisono, ma ci troviamo disturbate da quelle stonate, dissonate e che ci portano al silenzio o alla ricerca di integrità interiore. Ma non solo le persone hanno una nota, anche gli oggetti, basta toccare e colpire un legno un ferro un vetro, sempre note diverse, lo stesso vale per pensieri, sentimenti, anime, sono tutte partiture nel pentagramma dell'universo musicale dell'essere.



Quando trovi una persona
che incarna il testo 
della tua canzone preferita
tutta la tua vita intona la melodia 
di quella canzone,
non ti resta che ascoltare
godere
sognare. 







La musica come l'amore tra due persone è l'arte di accordarsi attraverso l'ascolto. Due persone che vanno d'accordo sono appunto coloro che attraverso il confronto dei diversi pensieri, idee, sentimenti ed emozioni, riescono a mettersi insieme in armonia, quindi come la disarmonia nasce dal riuscire a mettere concorde gli acuti con i toni gravi, alti e bassi, così anche il carattere, il pensiero e il sentimento, una melodia non facile da eseguire, ma un opera d'arte una volta messa in sintonia. E le corde? la loro capacità di vibrare sta nella potenza di rimanere in tensione alla pressione del tatto, appunto lo stesso che il vivere quotidiano in coppia: saper rimanere in tensione sotto la pressione delle vicende del compagno, ma questo crea il suono, l'armonia e la musica interiore dell'anima.  Allora si può consentire l'altro, cioè sentire insieme (con-sentire), perchè soltanto dove c'è amore c'è concordia e quindi armonia, la musica dell'anima.



LA VERA COMPRENSIONE DELLA MUSICA
PASSA SOLTANTO ATTRAVERSO IL SILENZIO
CHE LEGA OGNI NOTA















La musica è l'unica medicina quando non ci sono altre cure 
per il rumore che stordisce la mia mente.

Non solo l’udito si sente il suono e la musica
ma tutti gli apparati vengono influenzati dalle vibrazioni sonore, che, agendo a livello nervoso e cellulare, raggiungono la mente ed apportano cambiamenti psicologici significativi. Le nostre emozioni sono corde sonore ascoltatele con il tatto dell'anima.


ARMONIZZARSI CON IL RITMO DELLA NATURA
In natura tutto ha un suono, praticamente in silenzio è (come Dio nella materia) apparentemente INESISTENTE, perchè anche un atomo nel suo vortice di movimento crea un suono, ma per cogliere i suoni più profondi ci vuole il silenzio. Per legge di attrazione elettromagnetica, ogni corpo ACCORDATO rilascia una vibrazione o frequenza intorno a sé, quindi anche il pensiero, e questa vibrazione come un onda attrae altre frequenze armoniche conformi a quelle che si emanano. 
Quando questo non avviene allora sorge il RUMORE, l'opposto al suono.
Mente e cuore devono essere in SINTONIA, cioè ACCORDATI con la natura, questo avviene soltanto quando in noi ci sono pensieri ed emozioni positive che liberano i neurotrasmettitori giusti per entrare in relazione con la sinfonia universale.

Musica, il più grande bene che i mortali conoscano.
E tutto ciò che del paradiso noi abbiamo quaggiù
come un eco sonora.


Senza la musica, diceva Nietzche,
la vita sarebbe un errore.
Il suono è uno dei mezzi più potenti
in grado di sintonizzarsi
con le frequenze dello spirito umano.

Oggi l'arte musicale, complicandosi sempre più, ricerca gli amalgami di suoni più dissonanti, più strani e più aspri per l'orecchio. Ci avviciniamo così sempre più al suono-rumore.
Luigi Russolo

A che cosa faccia appello la musica in noi è difficile sapere;
è certo però che tocca una zona così profonda
che la follia stessa non riesce a penetrarvi.
Emil Cioran

Fra l'amore e la musica c'è questa differenza:
l'amore non può dare l'idea della musica,
la musica può dare l'idea dell'amore.
Hector Berlioz

La musica è la propria esperienza,
i propri pensieri, la propria saggezza.
Se non la vivi, non verrà mai fuori dal tuo strumento.
Charlie Parker

La musica è la voce di ogni dolore,
di ogni gioia. Non ha bisogno di traduzione.

Appendi i tuoi problemi alle corde della musica
se non si appiccano al limite si asciugheranno. 

Il ritmo ha qualcosa di magico;
ci fa perfino credere che il sublime ci appartenga.
Johann Wolfgang Goethe

E' da meravigliarsi fino allo stupore
quando riesci a vedere
quello che può fare una donna saggia,
Potresti passare una vita a provarci:
la loro leggerezza è sottile come una nota musicale.

Attraverso la musica possiamo vagare nel tempo
dove vogliamo e trovare amici in ogni secolo
trovare ricordi, posti, odori, visi ...
la musica raccoglie emozioni di ogni tipo.

Ho sempre pensato che la musica
dovrebbe essere solo lo straripare
di un grande silenzio.
Marguerite Yourcenar.

L’uso consapevole della musica ci offre la possibilità
di metterci in contatto con la parte più significativa di noi stessi: essa, superando i filtri logici e analitici della mente, riproduce infatti il complesso simbolico del nostro universo affettivo agendo direttamente sull'inconscio quale linguaggio universale, diretto e immediato.

La musica coglie l'energia a fior di pelle dell'anima,
le onde sonore se tradotte in energia diventano immagini (come in un ecografia) ... la musica è la pelle dello SPIRITO. La musica è espressione tangibile e concreta di passioni, sentimenti, emozioni, travagli interiori; la musica è capace di tradurre quelle emozioni e quelle parole che la nostra mente e il nostro cuore non sanno nemmeno balbettare.

La musica è come il cibo,
se ne ascolti un solo genere
ti ammali, sei squilibrato dentro,
le emozioni restano fiacche e denutrite. 

la musica è il ponte tra il conscio e l'universo non pensante. 
Ma se la musica è solo classica o strumentale, 
allora è un ponte tra l'inconscio e l'universo divino senziente.

La musica è l'armonia dell'anima.
Alessandro Baricco

In virtù della musica
le passioni godono di sé stesse.
Friedrich Nietzsche

L'unico luogo dove non esiste la musica
è l'inferno... l'assenza di essere, d'amore, di vita.

La sospensione del tempo,
intesa come fine di ogni coercizione,
è l'ideale della musica.
Theodor Adorno.

La musica è la rappresentazione sonora,
simultanea, del sentimento del movimento
e del movimento del sentimento.
M. Ageev

Musica: tu ci hai insegnato
a vedere con l'orecchio
e a udire con il cuore
a sentirci con la pelle
a palparci con gli sguardi

“Se dovessi ricominciare a vivere la mia vita, adotterei come regola quella di leggere della poesia e di ascoltare della musica almeno una volta alla settimana, poiché forse le parti del mio cervello ora atrofizzate sarebbero mantenute attive dall’uso”
(Charles Darwin)

"La Musica è architettura svolta, 
mentre l'architettura è musica pietrificata".

Wolfang Goethe

Dopo il silenzio
ciò che si avvicina di più nell'esprimere
ciò che non si può esprimere
è la musica.

Aldous Leonard Huxley

"I regni minerale, vegetale, animale ed umano sono cambiamenti graduali delle vibrazioni e le vibrazioni di ogni piano sono diverse tra loro per il peso, ampiezza, lunghezza, colore, effetto, suono e ritmo. L'uomo non è formato solo da vibrazioni, ma vive e si muove in esse".

H.I.Kha

Quello che in te sembra discordare con la natura degli altri, è la tua armonia naturale, 
impara ad ascoltarla e potrai offrire il meglio della sinfonia della tua anima: la tua originalità.

LA MUSICA E' VIBRAZIONE DI ENERGIA
Oggi è normale che ci sia musica negli luoghi di lavoro, negli ospedali, in sala operatoria, dal dentista, nei supermercati, nelle scuole, nelle case di riposo perché, al di là delle applicazioni specificamente terapeutiche, la musica conserva intatto il suo enorme potere armonizzante, c'è musica persino nelle stalle, per far sì che le mucche producano più latte, e c'è musica nelle serre, perché le piante crescano meglio, nei vigneti perchè il vino produca più sapore ed alcool.

LA DONNA RAPPRESENTA L'ARMONIA SINUOSA DELLA MUSICA, 
IL SUO RITMO, LA SUA ISPIRAZIONE...

YIN YANG MUSICALE
All'inizio dell'umanità, musica e medicina erano una sola dimensione, con una evoluzione parallela all’evoluzione della mente umana. La guarigione,nelle prime civiltà umane, passava attraverso il fenomeno dell’incantesimo: l'unione di ritmo, suoni e droghe. Dalle tribù millenarie, agli Indiani d'America, fino alla medicina egizia con il papiro di Ebers, portano nella storia l’unione costante tra il suono (musica, danza) e la medicina (preparazioni naturali, droghe). 
Con la civiltà cinese si forma la triade musica-medicina-numerologia; la nascita della medicina energetica basata sui cinque elementi (Terra, Fuoco, Acqua, Legno, Metallo) in unione con la personificazione della scala pentatonica, formata dalle cinque note fondamentali della musica (fa-do-sol-re-la). I dodici meridiani cinesi del circolo dell'Energia Vitale, provengono dalla emanazione della scala musicale a dodici note, la scala cromatica. Il numero dodici rappresenta il numero fondamentale al parallelismo meridiani-musica, con i concetti Yin (6 meridiani-6 note) e Yang (6 meridiani-6 note): l’unione di Yin e Yang produce ritmo (musica), salute (medicina).



MUSICOTERAPIA
Secondo la musicoterapia, la maggior parte delle patologie trova origine nei conflitti emozionali sofferti dalla persona. I disturbi di origine emotiva vanno ad interferire con il nostro sistema bioenergetico, costituito dai centri neuro-endocrini che regolano tutte le nostre attività. Se l'energia che li alimenta non si mantiene ad un livello costante in tutti i centri, si verifica un blocco che causa disequilibrio, disfunzioni o addirittura malattie. I blocchi di energia si localizzano in determinate zone del corpo, con ghiandole, organi e chakra corrispondenti. La musica è uno die mezzi attraverso cui possiamo entrare in contatto con armonie e vibrazione positive, un vero e proprio massaggio interiore, una carezza all'anima.

Il fisiologo francese Féré de la Salpetriere fu il primo a misurare l'influenza del suono/musica sull'organismo umano, osservando che sono soprattutto gli stimoli ritmici a fare aumentare il rendimento corporeo e la resistenza muscolare.

E DIO CANTO' IL SUO CREATO...
In tutte le civiltà antiche e tradizionali il suono e la musica erano considerati sacri, infatti ancora oggi la musica viene chiamata "arte divina". Il dio greco della musica e della guarigione, Apollo, produceva armonie nei cieli con i suoi movimenti ritmici, il figlio Orfeo curava il corpo e l'anima con la poesia e la musica e con il suo canto riportò in vita l'amata Euridice. Nella mitologia induista la musica, in origine, era riservata alle divinità che ebbero poi pietà degli sforzi umani e portarono tra loro la musica per alleviarne le sofferenze. Nei libri di Tolkien Dio crea il mondo cantando...

SCOPRI LA NOTA MUSICALE DELLA TUA ANIMA
Presso gli uomini primitivi vi era la credenza che ogni essere possedesse un proprio suono o un proprio canto segreto che lo rendeva vulnerabile alla magia. 
L'esistenza inconscia d'un suono segreto personale e' certo e conferma la credenza secondo la quale ogni uomo nasce con un suono interno proprio al quale risponde.
I Greci utilizzarono la musica e svilupparono sensibilmente la sua applicazione nella prevenzione e la cura di malattie fisiche e mentali.

UDIRE, SENTIRE, ASCOLTARE E... PALPARE LA MUSICA
Distinguiamo una fase dell' "udire" i suoni come fenomeno periferico legato all'orecchio, una fase del "sentire" che si collocherebbe soprattutto nelle funzioni talassiche, per arrivare ad "ascoltare" la musica, con un coinvolgimento globale del nostro sistema nervoso e delle funzioni psichiche a questo connesse.
Oltre all'emozione, la musica comporta sull'ascoltatore delle reazioni a carico della sfera vegetativa: si assiste a modificazioni della pressione sanguigna, della frequenza cardiaca, della respirazione ecc., ma per lo più anche quando la musica è percepita inconsciamente.
La musica va considerata da un lato un linguaggio non verbale, dall'altro un mezzo di comunicazione dell'emotività.

LA MUSICA RESA BANALE E PROSTITUITA
Oggi la musica si consuma, non ti gusti una canzone che già ci sono 2 nuove che la sostituiscono nelle classifiche di vendite, non la si utilizza come un mezzo trascendentale in senso spirituale, ma come uno dei tanti oggetti usa e getta, perciò si è dissacrata, diventata soggetta alla moda, roba da spazzatura. Chi la produce ha abusato della musica, rendendola un oggetto di consumo di commercio di arricchimento. La musica serviva per accompagnare un atto sacro, per trasformare in sacro ciò che sacro non era. Era utilizzata come una terapia di rilassamento, come un metodo introspettivo per andare in altre dimensioni, in altri livelli di realtà. Ora l'atteggiamento e l'attitudine sono ben diversi ed è evidente che portino a risultati diversi: al rumore e non più al suono armonico. L'uomo moderno teorizza la musica in modo distratto, mentre fa altre cose, la musica quindi risulta un sovrappiù. Per non parlare dei testi carichi di violenza, odio, delusioni.

"Se comprendi la musica, comprendi la storia.
Se conosci la musica, conosci la matematica.
Se impari la musica, impari tutto ciò che c'è da imparare,
eccetto una cosa:
LA CATTIVERIA.

John Worrell Keely, I misteri del cosmo, 1984

Ho scoperto di avere un anima trascendentale
quando ho compreso l'infinitezza della musica.

"la geometria delle forme è musica solidificata"
--- Pitagora ---

La musica è l'arte
di pensare e sentire
attraverso i suoni.

"Il potere della musica di integrare e curare… è un elemento essenziale. 
E' il più completo farmaco non chimico".
Oliver Sacks - neurologo -

Io la musica la vedo ovunque
ogni atomo sprigiona vibrazioni
l'universo intero è sonoro.

La musica
è un panorama infinito
per questo è divina.

...dimmi che musica ascolti
e ti dirò qual è l'armonia
della tua anima.

Niente altro
fa volare la mia anima
al primo tocco
come la musica.

Senza la musica
la vita non risuona,
sarebbe sorda.

Camminare con la musica
rende la strada della vita
più armoniosa.

Ho un legame con la musica
d'amore,
anzi persino un accordo.

Ogni essere 
ha la sua ninna nanna
specialmente quando cresce
solo la musica te la rivela.

Un anima armoniosa
ha sempre un tocco musicale ovunque.


La musica non va capita, va sentita, 
devi scendere prima nel cuore
poi passa alla ragione.
Per capire la musica
ci vuole scalare le profondità dello spirito.



La musica è l'eco del silenzio


La musica è un energia
carica l'anima
condensa il silenzio in suono,
affina l'ascolto che è l'udito dello spirito;
la musica è una esercitazione divina.


fai del tuo cuore una cassa di risonanza
delle tue convinzioni delle corde ben affinate alla verità,
tutta la vita vita sarà una melodia.



fai suonare la tua vita
vestiti di musica.



I suoni che ti toccano dentro
quando ti identifichi con una canzone
hanno sapori indelebili di eternità

sono tatuaggi sonori, visioni interiori
la musica scolpisce dentro l'anima.


Quando non trovi rifugio nella musica
come eco per l'anima
sei sull'orlo della disperazione
o nel mezzo della stupidità .



la musica ha un sapore di focolare
ti fa sempre sentire a tuo agio.



La vita è una canzone
impara a suonarla,
oppure a ballarla,
ma al limite
soltanto ad ascoltarla.

La poesia è la musica dell'anima...
Tutto possiede in sè della poesia.
I poeti altro non sono che dei musicisti
che suonano le melodie che
provengono dal cuore,
con strumenti diversi da quelli convenzionali..
Uomini che sanno trarre dalle cose
un significato profondo,
un afflato sensibile solo a pochi,
non percepibile da tutti
e lo trasformano in parole...
Alchimisti dell'anima
Fabrizio De André.

Preziosa la musica che profonda e semplice 
vive al margine del silenzio....

La musica e i gatti sono un ottimo rifugio dalle miserie della vita.

Albert Schweitzer

La musica è un universo appena sfiorato di vibrazioni che si compongono e si scompongono fra loro mutando in continuazione nei millesimi e nelle minime frazioni del tempo. E' un'onda che ti attraversa armonizzandosi con le tue stesse sensazioni dell'attimo che passa.
Un insieme di note suonate un respiro prima e quello dopo possono formare un'emozione totalmente diversa dall'altra e la stessa canzone proporsi con colori altrettanto diversi.
Tutto cambia insieme a me. Questa è la fotografia di un attimo di Jazz in me.

R.Casale

La musica viaggia su onde pacifiche
anche la musica che sconfina nell'apoteosi 
(ritmo veloce, suoni acuti o bassi estremi, voce caotica)
non fa altro che sprigionare e liberare il male che la minaccia:
la musica si conclude sempre con una sospensione di pace.

"L'universo è più musica che materia"

D.H.Andrews

La musica è un linguaggio globale, la magica chiave che apre i cuori della gente al di là delle differenze di nazionalità, etnìa e religione. La musica è un grande catalizzatore che porta l'armonia nel cuore, nella mente delle persone, unendo l'umanità in una sola cosa. La musica è la melodia dell'avanzare della vita che trasmette gioia, coraggio e speranza. E' il suono dell'attività dinamica, della creatività e del progresso.

( Daisaku Ikeda )

La musica è una prova dell'eternità
non subisce il tempo che la dimentica
ma è il tempo che la rende immortale.

La musica è medicina per la mente
John A. Logan

La musica è una luce morale, essa da un'anima all'universo, le ali al pensiero, uno slancio all'immaginazione, un fascino alla tristezza, un impulso alla gaiezza e la vita a tutte le cose. Essa è l'essenza di tutte le cose, essa è l'essenza dell'ordine ed eleva ciò che è buono, di cui essa è la forma invisibile, ma tuttavia splendente, appassionata ed eterna.

Platone

La musica è l’unica arte essenzialmente viva. 
I suoi elementi sono gli elementi stessi della vita.
Sorda ma percepibile, potente benché riconosciuta, si trova ovunque ci sia vita.

Paderewski Ignacy Jan

"Inondare di luce gli abissi del cuore dell'uomo: 
questa è la missione dell'artista!"

R.Schumann

La musica esprime ciò che non può essere detto 
e su cui è impossibile rimanere in silenzio.

Victor Hugo

"I regni minerale, vegetale, animale ed umano sono cambiamenti graduali delle vibrazioni e le vibrazioni di ogni piano sono diverse tra loro per il peso, ampiezza, lunghezza, colore, effetto, suono e ritmo. L'uomo non è formato solo da vibrazioni, ma vive e si muove in esse".

H.I.Kha

La materia non è altro che energia a basso stato vibrazionale. 
(Gli atomi che compongono la materia possono legarsi solo se non vibrano con troppa energia).

Ascolterai la musica ovunque
basta che l'anima viva il silenzio.

La musica è la letteratura del cuore, comincia dove la parola finisce.
Alphonse de Lamartine

Le emozioni si sentono, non si comprendono
la musica uguale,
perciò spesso la musica incarna emozioni più che pensieri,
la musica sa tradurre le emozioni.
I testi nelle canzoni restano un tentativo disperato e ridondante
di far comprendere alla ragione 
ciò che il cuore vive. 

Musica. . . può nominare l'innominabile e comunicare l'inconoscibile.

Leonard Bernstein

Ecco quel che ho da dire sulla musica: 
ascoltatela, suonatela, amatela, riveritela e tenete la bocca chiusa.

Albert Einstein

La musica non ti risolverà i tuoi problemi
ma ti insegnerà a ballarci sopra.

La musica mi trasporta in un mondo in cui il dolore non smette di esistere, 
ma si allarga, si placa, diventa insieme più calmo e più profondo.

Margherite Yourcenar

Se canti solo con la voce, prima o poi dovrai tacere... 
Canta con il cuore, affinché non dovrai mai tacere.

Augusto Daolio

Canterò le mie canzoni per la strada ed affronterò la vita a muso duro, un guerriero senza patria e senza spada, con un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro.
E non so se avrò gli amici a farmi il coro, o se avrò soltanto volti sconosciuti. canterò le mie canzoni a tutti loro e alla fine della strada potrò dire che i miei giorni li ho vissuti.

Pierangelo Bertoli, A muso duro

"Mi piace una canzone bellissima che ti dice cose terribili. A tutti noi piacciono le cattive notizie che escono da una bella bocca."
"I like a beautiful song that tells you terrible things. We all like bad news out of a pretty mouth."

( Tom Waits )

Sono stato fortunato: ho incontrato la musica, ho incontrato la poesia, 
ho incontrato l'arte, ho incontrato le parole. Voglio dire che non ho cercato niente.

Augusto Daolio

La musica è respiro. La musica è cibo. La musica è sesso. 
La musica è parola. La musica è libertà.  La musica è vita. 
Senza musica non c'è esistenza, in fondo la vita nasce da elementi che si incontrano e si scontrano, 
dunque la vita nasce dalla musica e origina musica.

William Burroughs

Jazz è un momento per me...disattento alla vita, che vaga così...perchè è un accordo preso dentro e fuori, è solo un gioco creato tra due cuori... 
Jazz non è niente di serio, se penso al contrario ci credo perchè ho perso la mia logica di ieri, per un istante scappo via, cercando nuova melodia....incoerente così, armonia controvento...istinto!

Morra

La musica è una rivelazione più profonda di ogni saggezza e filosofia.

Ludwig Van Beethoven

Lo scopo finale della musica non deve essere altro 
che la gloria di Dio e il sollievo dell'anima.

Johann Sebastian Bach

La musica esprime ciò che non può essere detto e su cui è impossibile rimanere in silenzio.

Victor Hugo, Canti del crepuscolo, 1835

Sorvolare un poco si può,
incontrare un nuovo senso,
nuove ideologie,
evasioni dal limite
e senza direzioni,
punti razionali
io svogliatamente libera
ritrovo l'incoerenza che non c'era....

Casale

Ogni musica che non dipinge nulla non è che rumore.

Jean Baptiste le Rond d'Alembert

Ci sono delle persone che recepiscono prima la musica, altre le parole. 
I più intelligenti ascoltano come priorità le parole, i più sensibili la musica.

Léo Albert Charles Antoine Ferré

La musica è l’arte per un mondo migliore. 
La musica è l'esempio unico di ciò che si sarebbe potuto dire, 
se non ci fosse stata l'invenzione del linguaggio, la formazione delle parole, 
l'analisi delle idee, la comunicazione delle anime.

Marcel Proust

ai rami tesi sull'aria
che lieve porta le note del mio essere
in luoghi
dove vivo leggera tra gioia e dolore....

La musica ha una fondamentale componente spirituale. 
Rende meno arida, meno egoista, meno violenta la società.

Uto Ughi

La musica e' nell'aria...la trovi in ogni cosa ...ti segue in ogni passo...ti culla e ti protegge...la vedi nei tuoi gesti che paragoni agli altri...La senti negli accordi che seguono ogni palpito...la musica ti aiuta a ricucire la pace...infondere tenerezza...e ritrovar te stessa...e' armonia nascente...e' fiamma che ti accende...non brucia ma ti placa e intenerisce l'anima...

La grande musica è sempre drammatica, 
crea continuamente delle tensioni e le risolve ad un livello più alto.

Hans Urs von Balthasar

Il Jazz, se si vuole chiamarlo così, è un'espressione musicale; e questa musica è per me espressione degli ideali più alti. C'è dunque bisogno di fratellanza, e credo che con la fratellanza non ci sarebbe povertà. E con la fratellanza non ci sarebbe nemmeno la guerra.

John Coltrane

La musica… quelle briciole di pane cadute dal tavolo degli angeli, adatta per sollevare la fame dell’anima d’ogni mortale… sarà la bellezza a salvare il mondo. Avete mai conosciuto nella vostra vita una sola persona che odiasse la musica? E’ normale trovare persone che non amino un determinato stile o tipo di musica però preferiscono sempre un altro genere musicale, ma non è normale trovare una persona che non ami in assoluto almeno un tipo di musica. Soltanto gli essere demoniaci odiano la musica, infatti, il sottofondo dei film di terrore, sono costruiti non con delle melodie ritmiche e consecutive, bensì con suoni spezzati, bruschi cambiamenti di toni alti e bassi interrotti, insomma con della musica che si dilegua, si frammenta, dove il suono diventa un rumore che provoca l’ansietà e basta.

Io credo nella musica
così come i bambini credono nelle favole.

L'armonia della musica
la si sente anche in un corpo
che ama e ragiona
in sintonia con la sua natura.

È un’anima espansa quella che può fare musica.
E le anime vengono espanse, stirate, dalla trazione esercitata dagli opposti: 
punti, gusti, desideri, lealtà opposte.
Dove non esistono polarità, dove le energie fluiscono senza problemi in una sola direzione, si faranno molte cose, ma non musica, si farà molto rumore, ma non musica.
La musica è creata dall’incontro del suono e del silenzio, la musica è creata dagli opposti.
Osho Rajanesh

NADAYOGA
E' un aspetto dello yoga che utilizza il suono, i mantra e la musica al fine di raggiungere l'integrazione della personalità, la ri-connessione con il Divino e la realizzazione spirituale. Nada: indica il suono primordiale, il suono nella sua essenza, energia ed emanazione della potenza creatrice che genera l'universo. L'antica disciplina indiana del Nada Yoga ci aiuta a scoprire chi siamo veramente dal tono della voce e a liberare, con il canto e con la musica, le emozioni represse. Ogni essere umano assume una vibrazione che lo distingue e lo rende nota unica e caratteristica del grande concerto cosmico. Scoprire quale è la propria nota personale (il tono e timbro della tua voce) e come vibra dentro il corpo che fa da cassa armonica, aiuta a riarmonizzare le energie per stare meglio nel proprio corpo, nei luoghi e con le persone con cui si vive in tutti gli ambiti, in coppia, in famiglia, sul lavoro.


Se il mondo dovesse finire domani
l'unica cosa che farei,
sarebbe lasciare la musica accesa.





LA MUSICA E LE VIBRAZIONI DEL NOSTRO INCONSCIO 
La musica è suono e questo è vibrazione. Quando ci piace una canzone tutto il nostro essere si mette in sintonia con quella canzone, diciamo che ci rapportiamo in coordinate. La musica colpisce la nostra Ombra (il Sè individuale) con la sua luce. Ma che tipo di musica ascoltiamo? La musica rivela anche la nostra anima, la disposizione interiore che abbiamo per accogliere certi accordi o armonie. A qualcuno dà ai nervi il rap, ad altri la musica classica produce sonnolenza. Come mai? 
La nostra anima diciamo che è come una cassa di risonanza fatta di diversi materiali, alcuni sono fatti di seta, altri di cristallo, altri di legno, altri di piombo, perchè siamo tutti diversi nel temperamento. Alcuni hanno bisogno di percussioni forti per tirar fuori una dolcezza (tipo quello che deve ascoltare hard rock per gustarsi il ricordo di un bacio) ad un altro invece lo stesso ricordo affiora con un lento di Blues. 
Nella musica come nei gusti non ci sono disgusti, ognuno ha i suoi, è una sensazione prettamente soggettiva.  Ma in linea di massima possiamo approfondire queste vibrazioni soltanto con soggetti molto evoluti psichicamente, capaci di ascoltare e gustare ogni tipo di musica, persone che noi chiamiamo musicalmente poliedrici o sincretisti:

LA VIBRAZIONE DELLA MUSICA CON LE COORDINARTE DEL NOSTRO TEMPERAMENTO INTERIORE
 Sull’ordinata abbiamo il corpo con cui sentiamo la musica attraverso 3 potenzialità:  il tatto, le emozioni e la sensibilità, mentre sull’ascissa  andremo a scavare nell'anima i ricordi, le intuizioni e i pensieri che la musica sollevano. Al Punto zero si trova l'inconscio in silenzio. Adesso possiamo in base a quel grafico cercare gli effetti che in noi si scatenano con i diversi tipi di  musica. Facciamo alcuni esempi e vediamo che la musica urta con le sue vibrazioni i nostri stati d'animo interni:
- La musica classica è priva di parole, si solleva quindi sulla scala dell'intuizione ma ha bisogno di molto tatto, non tutte le persone hanno queste qualità astratte, ragione per cui non è una musica per tutti, il suo centro sta nelle emozioni intuite. Chi ha poche capacità astrattive, è normale che con la musica classica sprofondi nel sonno o la noia.
- Il heavy Metal, il Dark Gothic, il Hard Rock, come vedete è un pensiero carico e piatto verso l'inconscio, il buio, per risalire verso l'emozione, formando un vuoto nell'intuizione, il caos, gli aspetti tanatologici (morte, odio, distruzione). Come vedete il tatto e la sensibilità vengono soltanto sfiorati per cui alcune persone che si concentrano in questi aspetti non reggerebbero una canzone Metal, la troverebbero assordante, priva di tatto, non delicata, caotica.
- La musica Disco, latinoamericana, Pop prende tutto lo spazio all'emotività, partendo da ricordi spinti da affetti, sensibilità, emozioni molto pure e persino grezze, ecco perchè è una musica che si può discostare dal pensiero, dai testi lucidi e profondi, colpisce di più il suono che la ragione. Ma una persona che ha un carattere un po teso, con una rigidità interiore, non solo non è portata a ballare ma potrebbe anche sentirsi ansiosa ascoltando musica Disco o Tecno o di discoteca.
- Il Rap, del tutto particolare, resta un asse sul pensiero, fatto come ben sappiamo di parole, dialogo frenetico, musica caratteristica di una generazione che ha troppo da dire, quasi intasasti che però si fa fatica persino a capirlo a sentirli, infatti il punto centrale resta solo il pensiero senza intuizione, senza tatto. E' una musica difficile da capire perchè difficile da ascoltare e chi la ascolta crede di capirla soltanto perchè la sente, ma è troppo profonda ... è l'opposto alla classica, soltanto che manca di coscienza (parole ... parole ... parole).
- Musica Blues e Jazz... da notare come sorge dai ricordi intuitivi per sollevarsi sull'asta delle emozioni, è una musica verticale (contrario al rock che è orizzontale alla ricerca di progresso e risposte), questa è alla ricerca di soluzioni e domande trascendentali. E' una musica dove si allargano le visuali interiore della percezione del sè, ma come vedete alla base del blues resta un aspetto inconscio legato alla nostalgia che sfiora anche la tristezza.

Come vediamo in queste linee grafiche, le vibrazioni in noi sono come un onda sonora, contenuti impulsivi, emotivi, pulsionali, regressivi... ecc,  una montagna russa dei sentimenti e dei pensieri, che ci permette di capire le discese negli inferi del Rock e la risalita nel blues, oppure l'introspezione inconscia della classica fino alla protesta ragionale dell'elettronica, la ribellione emotiva del Hard alla protesta emotiva del Punk. La musica è uno strumento che ci permette di esplorare una visione individuale del sè, è terapeutica, introspettiva, va ascoltata con l'anima e come purghe sapere sentire a seconda degli stati d'animo tipi di musica che ci urtano oppure lenitiva quando ne abbiamo bisogno di ristoro.








Nessun commento:

Posta un commento