DEMOCRAZY





La democrazia
è la fatale illusione
di far credere al popolo
che le pecore possono scegliere
il loro pastore.









Con quanta follia abbiamo creduto 
che la grandezza di una società 
si possa costruire 
distruggendo la natura in cui si vive...
ma comunque vada
la natura sopravvivrà. 
Gli esseri umani ormai
sembrano non far più parte della natura,
hanno scelto un modo di vivere
che va contro la propria natura. 



Finché ci sarà un uomo 
che dorme per la strada, 
quando il pianeta avrebbe 
risorse per ognuno, 
sarà la dimostrazione lampante 
che qualsiasi governo 
è fallimentare.








Per dare ricchezza a tutto il mondo,
dobbiamo per prima cosa eliminare il denaro. Oggi la moneta non ha un valore reale, sono numeri in conti in banca al computer che si commerciano con un click. Il popolo non è più il proprietario della moneta, mentre alcuni che hanno voluto ridare al popolo questa libertà economica, sono stati uccisi (Moro, Linconl, Kennedy...); oggi chi gestisce il denaro lo fa in modo arbitrario, sono banchieri, se lo stampano a piacimento, poi lo mettono in circolazione sotto forma di debito tramite i loro camerieri (i politici) , quindi un debito di un Nulla per un nulla e su questo vuoto abissale tutto il commercio e il consumismo si sta sprofondando. 







La politica e la religione sono come i costumi da bagno,
sembra che ti facciano vedere tutto
ma in realtà ti rimbambiscono,
per nasconderti e negarti la conoscenza 
delle cose più importanti e più belle:
quelle dell'anima !















L'istruzione costa, ma l'ignoranza alla fine è ancora più cara. La qualità dell'educazione poi oggi è tanto scarsa che rischiamo di essere la società miglior informata finora nella storia e quella più ignorante in quanto più distruttiva, perchè l'informazione esteriore alla fine non ha nulla a che vedere con la formazione interiore. Se ti informi ti riempi soltanto il cervello, se ti formi ti modelli anche il cuore, ci vogliono tutti e due le dimensioni, informazioni (teoria) e formazione (pratica), quindi intendimento e volontà. Se ti manca la formazione diventi un saccentone, arrogante, saputello, tutto chiacchiere e niente fatti o azioni (costoro conformano la maggioranza di chi è al potere sociale ed economico) . Se ti manca l'informazione  (costoro conformano la maggioranza della massa), diventi una persona buona semplice ma succube e preda facile della manipolazione ideologica di chi si arroga il potere della guida.




Tutti i governi finora conosciuti
sono falsi e fallimentari,
perchè in una vera nazione
nessuno ti deve promettere la libertà,

e finché ci siano capi o governanti 
ci saranno sempre degli schiavi.
Se ogni persona sapesse governare se stessa
non ci sarebbe alcun bisogno di politica e
tanto meno di religione. Non abbiamo bisogno di politica ma di buon senso per non sfruttare nessuno; non abbiamo bisogno di religione ma di coscienza per distinguere il bane dal male. 





SIETE CUSTODI DELLA VOSTRA SCHIAVITÙ ?
Potete legarmi le mani, persino i piedi, chiudermi gli occhi con una benda, otturarmi la bocca con uno straccio, ma non potrete mai legarmi il pensiero e i sentimenti con i quali mi ritengo un uomo libero... la società è diventata un carcere del vostro tempo, dei vostri più intimi sogni ed aspirazioni spirituali e voi i loro custodi, guardie penitenziarie dietro un meccanismo che falsamente vi da una sicurezza.







LA SOCIETÀ E' UN MOSTRO COLLETTIVO SENZ'ANIMA INDIVIDUALE 
La collettività è impersonale, nella massa l'individuo si azzera, la mentalità comune è omologata, quindi priva di libertà e non fa altro che predicare la libertà: tutte balle!!! Quando tutti siamo colpevoli alla fine ci si scusa a vicenda e nessuno è colpevole, la società si lagna ed accusa ma non sa a chi puntare il dito, i problemi rimangono irrisolti. Non seguite il gregge, la massa è irrazionale, impersonale, la sua cultura è l'ignoranza del luogo comune e delle leggende metropolitane, vi spacciano per saggezza l'ignoranza e la follia collettiva, se andate dietro il parere altrui dovrete guardare ad altri solo il culo.











Il più grande inganno delle nostra società
è che ci offre un habitat che non è conforme
a quello della nostra natura umana
 .













Non c'e' disuguaglianza maggiore che trattare tutti nello stesso modo! Nella posizione di autorità la società riassume l'individuo de-individualizzandolo della sua originalità, ponendo traiettorie evolutive IDENTICHE per ogni INDIVIDUO, che è diverso da un altro. Istillando nelle credenze di ognuno la convinzione di un percorso "unanime" da assolvere per integrarsi nella società. Questo "sistema educativo" è pura manipolazione di massa...ecco perchè ci sono gli emarginati...gli insicuri...ci fanno competere sin dall'infanzia cominciando ad essere rivali dei nostri compagni di classe...pretendono che tu abbia la stessa velocità di apprendimento del resto della classe altrimenti vieni additato come stupido...devi imparare con gli stessi metodi educativi di tutti...ma si sà che non siamo fatti con lo stampo e ognuno di noi ha i suoi tempi e i suoi modi di apprendere...Ecco perchè diventiamo adulti frustrati!!!









« La chiamata alle armi significa che dei bianchi di pelle mandano dei neri di pelle a fare la guerra contro dei gialli di pelle per difendere la terra che loro hanno rubato a dei rossi di pelle. »

[ HAIR, 1979 ]
 











La Rivoluzione non è un qualcosa legato all'ideologia, né una moda di una particolare decade. È un processo perpetuo insito nello spirito umano.

Abbie Hoffman











Le pochissime multinazionali 
e le sue infinite maschere
nelle cui reti siamo spesso impigliati.

Hanno in mano il cibo della popolazione,
questa è la loro arma più potente con la quale
stanno avvelenando e controllando l'umanità.
Siamo come dei pesci appesi al loro amo.
Il cibo è stato snaturalizzato, reso artificiale, 
chimico, veleno e dopo il cibo passiamo allo scompartimento delle multinazionali farmaceutiche dove ci preparano lentamente l'imbalsamazione. Questa è l'epidemia mondiale più silenziosa, crudele e mortale di tutti i tempi. 







Ignoranza + Religione = Terrorismo
Ignoranza + Potere = Tirannia
Ignoranza + Libertà = Caos
Ignoranza + Denaro = Corruzione
Ignoranza + Povertà = Crimine
L'ignoranza è la radice di ogni male.









Il problema della comunità e del vivere in comune qual è? perchè oggi vien meno la vita sociale? perchè non ha essenza portante. Mi spiego: ci sono 3 tipi di vita comune... la prima è la vita comune selvaggia, quella degli animali, dove prevale il più forte, quindi il leone più tosto comanda nel branco. Qui la legge che governa è LA FORZA BRUTA. Gli essere umani hanno capito che questa legge degenera in violenza e la convivenza è insostenibile a lungo andare, per ciò hanno inventato un nuovo tipo di comunità, seconda, la vita comune civile. Qui la legge della forza viene sostituita dalla costituzione, quindi dalle regole o comandamenti da osservare per avere un ordine, per cui sia la politica che la religione impongono le loro regole da seguire, ma per assicurarsi che nessuno infranga le leggi la politica inventa le FORZE DELL'ORDINE (dunque polizia, carabinieri, eserciti) mentre la religione inventa il senso di colpa (condanne eterne, inferno, ecc...). Qui la legge che governa è LA PAURA. Un piccolo gruppo di umani si è accorto che questa forma di comunità non funziona, perchè la paura crea schiavi e chi si sottrae alla paura diventa ladro, scaltro, furbo e trova sempre il modo di evadere la legge, allora questo piccolo gruppo di umani ha inventato un nuovo modo di vivere insieme: la comunione tra persone evolute, dove non c'è bisogno di una regola imposta e neppure della forza per compiere le responsabilità, ma il tutto si svolge con piacere e buona volontà. Qui la legge che governa è L'AMORE. Ne fanno parte di questo tipo di comunità alcuni gruppi spirituali, comunità religiose, gruppi di eremiti che io ho piacevolmente conosciuto, alcune famiglie (ahimè dovrebbero tutte le famiglie vivere in questo tipo di comunione, ma purtroppo non è così). La grande utopia è voler far sì che questo tipo di comunità basata sull'amore funzioni a livello sociale, cioè nella comunità civile, ma ci hanno provato tutti da millenni e non ci sono riusci. La famiglia è una società in miniatura, se da qui non si costruisce con amore e nell'amore, è ovvio che la società civile sarà la manifestazione del disastro famigliare individuale e alla fin fine comune e collettivo. 




Siamo un popolo veramente unito, 
peccato che in modo sbagliatissimo.
"A scuola si deve diventare uomini, a scuola si deve riportare la letteratura non portare il lavoro. La letteratura è il luogo in cui impari cose come l’amore, la disperazione, la tragedia, l’ironia, il suicidio.E noi riempiamo le scuole di tecnologia digitale invece che di letteratura? E’ folle. Guardiamo sui treni: mentre in altri Paesi i giovani leggono libri, noi giochiamo con il cellulare.Oggi i ragazzi conoscono duecento parole e non si può formulare un pensiero se ti mancano le parole. Non si pensa o si pensa poco se non si hanno le parole”. (Galimberti)

Il mondo è governato da due potenze: religione e politica, ma guardate che contraddizione, i religiosi vivono in castità e sono single ma ci insegnano come costruire una famiglia e come vivere la sessualità, mentre i politici prendono le direttive sul mondo del lavoro e ci dicono come investire quando loro per lo più non hanno mai lavorato e tanto meno sgobbato. I primi pensano solo allo spirito mentre i secondi solo alla materia, ma chi ha fatto della religione una politica e chi della politica una religione, in mezzo e di mezzo noi il popolo siamo schiacciati dalle loro sublimazioni egoistiche ed idiozie umane... e siamo così stupidi che diamo ancor retta alle loro prediche e siamo a far la fila per le votazioni. Siamo noi la causa principale della nostra rovina.




Se un milione di persone crede ad una cosa idiota, la cosa non cessa di essere idiota.

Anatole France







La religione non può sopportare la Spiritualità. Non la può proprio tollerare. La Spiritualità potrebbe portarvi a una conclusione diversa da quella di una particolare religione. E questo non è tollerabile. La religione vi sprona a esplorare i pensieri degli altri e ad accettarli come fossero i vostri. La Spiritualità vi invita ad abbandonare i pensieri degli altri e a trovare i vostri.

Neale Donald Walsh
 





Certe persone non vogliono essere salvate.
Perché la salvezza implica un cambiamento.
E il cambiamento richiede uno sforzo maggiore dal restare uguali. Occorre coraggio per guardarsi allo specchio e vedere oltre il proprio riflesso. 

Grant Morrison





Questo nostro mondo è diviso in vincitori e vinti, dove i primi sono tre e i secondi tre miliardi. Come si può essere ottimisti?

Fabrizio de Andrè








La libertà è solo una condizione mentale. Spezza le catene che limitano la tua mente e sarai libero, sempre e comunque. 

Sergio Bambarén















Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti.

Luigi Pirandello










L'avete capito che quello che chiamano aiuti umanitari
per i governi sono soltanto interessi personali?... avete mai visto un taglio sugli armamenti? tagliano le pensioni, gli stupendi, contributi, incentivi vari ma tutto è mirato a rendere potente il loro marchingegno fraudolento. 




SILLOGISMO :
Chi vende le armi incrementa la guerra,
i governanti incrementano le guerre
le armi arricchiscono i governi.













Tante volte uno deve lottare 
così duramente per la vita 
che non hai più tempo di viverla.
















La civiltà ha fallito perchè si è messa contro la Natura. L'uomo ha tentato di conquistarla; il che è assolutamente ridicolo. Siamo parte della natura! Come possiamo conquistarla? E' come combattere contro noi stessi. E' così stupido e suicida, che le generazioni future non riusciranno a credere che l'umanità abbia potuto commettere un tale crimine. 








Fino a quando capirete che i governi non potranno mai funzionare? Finchè i figli dei governati non si arruolino negli eserciti in prima linea, potere essere sicuri che le leggi sono fatte per dominarvi e mai per difendervi, che gli eserciti sono fatti per distruggervi mai per proteggervi. Gli eserciti sono fatti dei nostri figli poveri che vogliono lottare per mangiare, ma li mettono contro di noi e lottiamo popolo contro popolo. SE i ricchi non avessero i nostri figli al loro servizio (no eserciti, no polizia, no marines, no carabinieri) credete che i ladruncoli seminerebbero l'anarchia sociale? è questa la puara che ci fanno credere. Senza potere militari i governanti avrebbero le spalle scoperte e finalmente dovrebbero o distribuire le ricchezze da loro rubate oppure il popolo li sterminerebbe.





Il Fascismo conviene agli italiani perché è nella loro natura e racchiude le loro aspirazioni, esalta i loro odi, rassicura la loro inferiorità. Il Fascismo è demagogico ma padronale, retorico, xenofobo, odiatore di culture, spregiatore della libertà e della giustizia, oppressore dei deboli, servo dei forti, sempre pronto a indicare negli 'altri' le cause della sua impotenza o sconfitta. Il fascismo è lirico, gerontofobo, teppista se occorre, stupido sempre, ma alacre, plagiatore, manierista. Non ama la natura, perché identifica la natura nella vita di campagna, cioè nella vita dei servi; ma è cafone, cioè ha le spocchie del servo arricchito. Odia gli animali, non ha senso dell'arte, non ama la solitudine, né rispetta il vicino, il quale d'altronde non rispetta lui. Non ama l'amore, ma il possesso. Non ha senso religioso, ma vede nella religione il baluardo per impedire agli altri l'ascesa al potere. Intimamente crede in Dio, ma come ente col quale ha stabilito un concordato, do ut des. È superstizioso, vuole essere libero di fare quel che gli pare, specialmente se a danno o a fastidio degli altri. Il fascista è disposto a tutto purché gli si conceda che lui è il padrone, il padre.
da "Don't forget" di Ennio Flaiano

PS: Aggiungerei che pur non essendoci più un partito fascista, hanno imparato ad usare la parola "fascista" come un offesa, nessuno dice di esserlo ma si accusano di fascisti gli uni contro gli altri appena non trovano un argomentazione valida per difendersi.


"Entrate nella borsa di Londra, questo luogo ben più rispettabile di tante corti; vi troverete riuniti i rappresentanti di tutte le nazioni, in vista dell'utilità degli uomini. L'ebreo, il maomettano e il cristiano trattano fra loro come se appartenessero alla medesima religione, e qualificano infedeli soltanto coloro che fano bancarotta. Il presbiteriano si fida dell'anabattista, e l'anglicano accoglie la promessa del quacchero" 
- Voltaire -




Alla luce del sistema sociale, noi siamo tutti delle ombre impersonali, bulloni di un motore impersonale. Ma fino a quando capiremo che l apolitica non serve e non può risolvere i problemi del popolo? E' solo l'errore che ha bisogno del sostegno del governo. La verità si regge da sola. Basterebbe il buon senso di vivere e le comunità andrebbero da sole, come il più semplice degli animali in natura, ma l'uomo avido di potere si corrompe sempre donde il bisogno impellente di un sistema politico che come un argine trattenga la violenza degli animi e usi violenza sul resto. 





Siamo pedine inermi
nelle mani di folli
che ci governano
a loro vantaggio ?
 

Abbiamo chiamato progresso l'andare contro natura


Oggi viviamo in un mondo dove
i dottori distruggono la salute
gli avvocati distruggono la giustizia
le scuole distruggono la conoscenza 
i governi distruggono la libertà
le religioni distruggono la morale
le banche distruggono l'economia
e alcuni innamorati distruggono anche l'amore.
Ma grazie a quei pochi che amano veramente,
siamo ancora salvi.


La forza sta in noi, nella maggioranza,
ma ci hanno fatto sentire dei pedoni di poco valore. 
Nella scacchiera sociale
Re dei massoni, la Regina dei governi, alfieri dei media, cavalli e torri di forza armate, 
non contano di fronte alla grandezza della massa.... 
ma se la massa è stupida, siamo noi i pedoni a vivere sempre sotto scacco matto,
siamo impietriti dalla paura. 

un contrasto inaudito ed anacronistico.

Chi domina i mezzi di comunicazione
domina il senso comune della mentalità della massa 
e ti fa credere e passare per vero quello che al potere gli pare, ovvio specialmente il falso.
Finisci per odia chi sta nel giusto ed amare chi nasconde il falso.

ANOTHER BRICK IN THE WALL (PINK FLOYD)
E' inutile che tu chieda al governo di superare i problemi, quando il problema è lo stesso governo, se tu fai parte di un muro come un mattone non potrai mai valicare il muro, se tu vuoi superare un ingranaggio non ne devi far parte. Se fosse utile votare il governo ce l'avrebbe già impedito. Il governo è una maschera che nasconde dietro chi tira i fili di piombo sul muro delle nostre tombe. 

Vi piacerebbe avere in casa un parente che è bugiardo, infido, malevolo, 
che ha un potete subdolo su tutti, che vi condiziona la vita, che vi riempie la mente di scarti ideologizzanti' .. NO?!.. allora buttate via la tv ... è merda allo stato puro.

PS: nella foto opera di fotografo Frank Kunert... lui usa costruzioni in miniatura e dopo le fotografa... geniali!!!

La storia sempre si ripete, sotto altre vesti.
La sicurezza del potere si è sempre fondata
sull'insicurezza e l'ignoranza dei cittadini,
il loro progresso è dei governati, e si basa
sulla miseria dei cittadini.

Abbiamo creato un sistema che ci persuade
a spendere il denaro che non abbiamo
in cose che non necessitiamo
per creare impressioni che non dureranno
su persone che non ci interessano
(Emile H. Guavreay)

"che gli uomini non imparino molto dalle lezioni della storia è la più importante di tutte le lezioni della storia"
Aldous Leonard Huxley

Un albero non occupa uno spazio in mezzo al prato, perchè l'albero è natura, fa parte del prato. Quando l'uomo deve tagliare l'albero per far spazio ad una strada o un parcheggio o altro, vuol dire che nella sua mentalità la natura non fa ormai parte del suo spazio. Dall'era industriale noi ci siamo distaccati dalla natura, non ce ne siamo accorti ma non ne facciamo più parte. Guardate in un ufficio la mattina dove lavorate: cosa c'è di naturale? tutto è artificiale (tavoli, pareti, quadri, pc, tendine, ecc...) persino nelle case dove vivete resta ben poco di natura, magari una piantina che lotta per non seccarsi o un pesciolino che nuota in una boccia illudendosi di un oceano. Non vi meravigliate se il cibo che ci sta uccidendo è industriale, sta cambiando radicalmente la nostra forma di pensare. Noi viviamo ormai di medicina, integratori, sali minerali e tutta chimica, tra poco arriveranno i microchip, impianti tecnologi e voilà: l'uomo robot;  con la vita virtuale, ore ed ore al pc ad attaccati ai cellulari, ci stiamo pian piano allegando a vivere distaccati dal reale, pronti per essere impiantati ad una macchina. 

Il reggiseno e' un ideale di democrazia: 
divide la destra dalla sinistra, 
sostiene le masse 
e attira a sè il popolo.




In questo mondo ci sarebbe del benessere per tutti,
Solo se imparassimo a condividere con gli altri il giusto spazio personale: 
l'amicizia e la complicità.


 Un popolo di pecore può elegge soltanto un lupo a capo.






MONARCA è colui che si finge presidente in una società democratica. 
LATIFONDISTA è colui che si finge proprietario di multinazionali e chiama operai gli schiavi antichi. DITTATORE è colui che manipola nel senato e nel congresso gli altri suoi leccapiedi ministri democratici. COMUNISTA è quello che si finge altruista per avere dagli altri il potere dittatoriale e monarchico. REPUBBLICANO è una maschera del monarca democratico. 
DEMOCRATICO è quello che finge di chiedere al popolo quello che vuole fare soltanto da sè.
ANARCHICO è quel ribelle del popolo che cerca di imitare i suoi governanti e non ce la fa mai.

In politica 
non puoi votare per il più buono,
buoni non ci possono essere,
al limiti soltanto per il meno cattivo,
ma comunque questo ti divorerà 
perchè tu sei sempre in funzione di lui.


La politica non ha niente a che vedere o fare con il popolo... 
il loro interesse è un altro.








L'accademia è la tomba degli artisti (Picasso)
DIFFERENZA TRA IL MAESTRO E L'INSEGNANTE
Il maestro ha 15 allievi e sa adeguarsi a tutti e 15, 
l'insegnante fa in maniera tale che i 15 allievi si adattino a lui. 
Il maestro lascia esprimere i 15 allievi ognuno secondo le loro potenzialità e qualità diverse, 
l'insegnante riesce a far sì che tutti e 15 gli allievi diano le stesse risposte, 
perchè il libro dice che esiste solo una risposta giusta. 
Il maestro inspira spirito ESTETICO mentre l'insegnante immette spirito ANESTETICO , 
cioè mentre il maestro ti va diventare quello che sei facendoti scoprire la tua vena artistica, l'insegnate ti addormenta impostandoti la vena anestetica del programma educativo elaborato dal governo.

"Dio ha creato la guerra...
così che gli americani potessero imparare la geografia."
Mark Twain

La scienza fa di tutto per rende possibile l'impossibile,
la politica fa di tutto per rendere impossibile ciò che è possibile, 
e quando scienza e politica stanno fallendo 
ci lasciano in balia delle possibilità delle religioni impossibili.


Siamo tenuti a bada da piccolezze senza importanza , da arroganti senza cervello , ci pascolano con idiozie e tendenze di moda ridicole, con sogni di realizzazioni il cui Dio rimasto è il denaro che non esiste, rinchiusi in immensi spazi privi di sensatezza.



Chi vive in funzione della ESTERIORITA'
subira nella sua INTERIORITA'
gli effetti delle APPARENZE, e cioè
la delusione di non essere mai se stessi e
di dover sempre crearsi personaggi all'occorrenza,
per farsi accettare dagli altri altrettanto finti.

La nostra realtà è diventata una prigione, 
meglio crearsi un piacere evasivo pur di non affrontare la libertà.


Conquistatore ... sinonimo di Usurpatore, di Ladro, di Invasore, di Tiranno ... sempre esistito; 
usa ogni mezzo possibile per depredare, persino i conquistatori di sentimenti, di passioni, di amori. Conquistatori di anime, di fede, di voti nelle elezioni, conquistatori di mercato, di clienti, di fans.... siamo in un mondo di predatori. 


Non è la politica che fa diventare ladro un governante, 
sono i tuoi voti che fanno diventare politico un ladro.


L'Italia è quel bel paese dove i ministri vanno gratis nelle autoblù ai ristoranti, ai bar, al cinema, al teatro altrettanto gratis, mentre i bambini per andare a scuola si devono pagare il pulmino e solo se glielo possono permettere.

QUELLO CHE SI NASCONDE DIETRO QUESTA IMMAGINE.... LO SAPEVATE CHE .... !
Premetto che non ho un orientamento politico di preferenza, odio qualisiasi indirizzo politico, ritengo che la politica sia TUTTA da buttar via, quindi non faccio il tifo per nessuno, detto questo penso che noi siamo troppo abituati a farci un immagine secondo i modelli di massa imposti dai mass media, quindi ad ignorare la personalità ingolfata dal personaggio creato a tavolino per ideologizzare la folla. Questa foto del Che Guevara è finora la più riprodotta nella storia, stampata ovunque come segno di rivoluzione libertà anticonformismo e ricerca di giustizia e pace. Ed ecco l'ironia, il Che fu un uomo violento, un temporale fanatico stalinista di facciata e convenienza, un maschilista omofobo che fece uccidere centinaia di omosessuali solo per il loro orientamento sessuale, razzista, vanitoso ed innamorato di se stesso, e per di più un assassino senza pietà come dimostrano gli archivi cubani dove mandava al muro di fucilazione donne incita, minorenni e qualsiasi persona non dichiarasse la fede per il comunismo di Fidel Castro e non ci stesse alle sue regole, senza alcun scrupolo nè distinzione. Invece la massa continua assurdamente a tatuarselo nella pelle, stamparlo nelle magliette, dipingerlo sui muri. Il Che Guevara non era questo Gesù armato di giustizia come lo si conosce in tanti paesi dove ignorano anche le nefandezze che ha fatto nel nome del "bene" come fanno appunto tante religioni e partiti politici. Cercò la pace con la guerra e fu così vittima del suo proprio falso ideale.
La storia è stata scritta dai vincitori che hanno fatto del Che un idolo e un mito, ma solo il tempo dà voce ai perdenti... sono vissuto 18 anni in AmericaLatina, conosco bene il popolo cubano, non sono stati per niente liberati dal comunismo bensì messi sotto le catene pulite di Fidel. 
Il comunismo di Che era di facciata, umanistico, ma si è valso e venduto anzi approfittato del comunismo stalinista per farvi carriera potere e forza, si è venduto a Fidel e alla fine è diventano uno di loro nella pratica anche se le sue teorie erano diverse, ma nella sostanza rimane quello: un assassino megalomane rivoluzionario. Il rosso dell'immagine non è simbolo di comunismo ma del sangue dell'America Latina. In Italia non possono capire il Che che come un comunista Romantico senza macchia e senza paura...se parli con un comunista é l esempio da seguire...peccato si ragioni soltanto per sentito dire... il Che non era nemmeno comunista come lo intendiamo in Europa, il comunismo non aveva preso l pieghe nascoste e mascherate di un Imperialismo che si tiene per i governanti tutto il Capitalismo comune. 



Quando un popolo inizia ad emigrare le ragioni sono solo 2:
i governanti di quel paese sono troppi 
o sono anche inutili per quanto siano in pochi.


Più cose possiedi e più sarao posseduto dalle cose.

Viviamo in una società dove 
la classe operaia non ha lavoro,
la classe media non ha mezzi,
e la classe alta non ha classe !



La diversità è l'essenza della natura umana, ma tutti i governi (monarchia, democrazia, comunismo, socialismo, capitalismo, oligarchia, anarchia, dittatura, ecc ) hanno sempre cercato di distruggere la diversità nel nome dell'UGUAGLIANZA.
La legge è uguale per tutti, ma
quello che non sapete è che no tutti siamo uguali,
sopratutto i ricchi, per loro la legge è diversa,
se la possono comprare ed adattare a seconda del loro bisogno.




Il problema della religione e della politica oggi è che non è più orientato verso l'aiuto e il servizio dell'uomo ma verso il guadagno del denaro... lo stesso si dica del problema dell'agricoltura che non è orientata per la produzione di cibo ma per il guadagno di soldi (cibo c'è in abbondanza per tutti, quello che manca è il denaro per comprarlo!); lo stesso vale per la salute, la scuola e tutti i servizi .... il Dio mercato e denaro ha preso il posto del VALORE UMANO.

Pensare sarà tra poco un atto illegale


SARAN POTENTI I PRINCIPI, 
SARANNO GRANDI I RE, 
MA QUANDO QUI SI SIEDONO 
SON TUTTI COME ME

i perseguitati una volta al potere diverranno persecutori

I politici sono come gli spermatozoo
soltanto uno su qualche milione
riesce a diventare un essere umano.

I più grandi sistemi ideologici, sia politici che religiosi, hanno conquistato democraticamente e fraternamente la libertà per tutti gli esseri umani, a condizione però di non usare per conto proprio una tale libertà, altrimenti si diventa antisociali o peccatori.

UNO SVILUPPO INUMANO A FAVORE DELL'UMANITÀ ?
Scienza e tecnologia con la scusa plausibile di aiutare l'umanità non stanno facendo altro che distruggere la natura, como lo dimostrano i cibi transgenici: geneticamente modificati per produrre di più e combattere la fame del mondo (ecco la causa scusante) mentre alla fine si arricchiscono di più solo le multinazionali (ecco la ragione finale: produrre di più e vendere di più e guadagnare di più). Questi cibi alterati stanno distruggendo la nostra, perchè sono cibi non più secondo la loro natura; i risultati? : allergie vari, intolleranze alimentari, batteri resistenti ad ogni tipo di antibiotico, sterilità, tumori ... e infine l'impatto negativo per l'agricoltura, giacché questi prodotti alterano in tossicità i terreni ed eliminano i semi originali.

Ci hanno dominato
con l'ideale dell'ugualianza umana, 
nascondendoci quello che loro 
non hanno mai di uguali a noi.

In campagna elettorale un politico promette ad un paese:
- Se vinco le elezioni, vi prometto che vi farò il ponte, così potrete attraversare il fiume con le carrozze, evitando fatiche terribile con le varche.
- Scusi onorevole (disse un membro della folla), noi non abbiamo fiume.
- Tranquilli, io vi farò anche il fiume se vinco le elezioni, è una promessa che manterrò sulla mia vita.





Il problema dell'umanità sarebbe risolto se tutti i cittadini si negassero a diventare parte della forza armata dei governi. I potenti di questo modo senza polizia, senza soldati, senza carabinieri, senza chi copra loro spalla e sedere, sarebbero costretti a fare patti chiari con i loro nemici, investire nel popolo e non in armamenti e alla fine non potrebbero fare uso del loro potere economico per paura di essere saccheggiati. 

L'uomo dell'era tecnolgica non ha capito che corre lo stesso rischio dell'energia a circuito chiuso: l'isolamento della propria intimità fino a fondersi solo in sè stesso e fine a se stesso in maniera infinita e questa sarebbe, appunto, la sua stessa fine: IN - FINITO : senza un fine o finito dentro se stesso 
(in parole povere: si sta buttando al cesso da solo. Della serie: lo stronzo che si partorisce da solo facendo una cagata!!!).



I governi non parlano mai del vero problema dell'immigrazione, per loro è più conveniente spostare e nascondere la verità infondendo l'odio del popolo ignorante sotto forme di razzismo e difesa contro l'invasione degli stranieri (l'hanno fatto anche i conquistatori nelle Americhe, che altro non erano che invasori e ladri, mai conquistatori). La verità qual è? che questa povera gente è stati derubata dalle multinazionali, come lo sono stati i popoli indiani ed aborigeni dell'America, o quelli asiatici da parte del regno Unito, o le nazioni piene di petrolio invase oggi dall'Usa, sono stati privi dalle loro materie prime, ed è proprio per questo che vengono nei paesi industrializzati ad elemosinare o delinquere quelle ricchezze con cui loro avrebbe potuto vivere dignitosamente. Loro non vengono qui a toglierci il lavoro, siamo stati noi che abbiamo rubato il loro lavoro nella loro stessa terra portandoglielo persino via.

Se la schiavitù era legale, se il colonialismo era legale, se il feudalismo era legale, se l'apartheid era legale, ciò significa che la LEGALITÀ non è una questione di GIUSTIZIA bensì di POTERE, per la stessa ragione oggi l'usura bancaria è legale, lo sfruttamento ai lavoratori è legale, il furto politico e burocratico è legale, l'omicidio militare verso innocenti è legale... ecc... ecc...




Nel 1967 il Dott. Stephenson ha condotto un esperimento in cui erano coinvolte 10 scimmie, una gabbia, una banana, una scala e uno spruzzatore di acqua gelata.Stephenson rinchiude 5 scimmie in una grande gabbia. All’interno della gabbia mette una scala e sulla scala un casco di banane.

Le scimmie si accorgono immediatamente delle banane e una di loro si arrampica sulla scala. Appena lo fa, però, lo sperimentatore la spruzza con dell’acqua gelida.Poi riserva lo stesso trattamento alle altre 4 scimmie.
La scimmia sulla scala torna a terra e tutte e 5 restano sul pavimento, bagnate, al freddo e disorientate. Presto però la tentazione delle banane è troppo forte e un’altra scimmia comincia ad arrampicarsi sulla scala. Di nuovo lo sperimentatore spruzza l’ambiziosa scimmia e le sue compagne con l’acqua gelata. Quando una terza scimmia prova ad arrampicarsi per arrivare alle banane le altre scimmie, volendo evitare di essere spruzzate, la tirano via dalla scala malmenandola. Da questo momento le scimmie non proveranno più a raggiungere le banane.

La seconda parte dell’ esperimento prevede l’introduzione di una nuova scimmianella gabbia. Appena questa si accorge delle banane prova naturalmente a raggiungerle. Ma le altre scimmie, conoscendo l’esito, la obbligano a scendere e la picchiano. Alla fine anche lei, come le altre 4 scimmie, rinuncia a mangiare la banana senza mai essere stata spruzzata con l’acqua gelata, quindi senza sapere perché non potesse farlo.
A questo punto un’altra scimmia scelta tra le 4 originarie rimaste, è stata sostituita con una nuova. Il nuovo gruppo era composto da 3 delle scimmie iniziali (che sapevano perché non tentare di prendere la banana), 1 scimmia che aveva imparato a rinunciare alla banana a causa della reazione violenta delle altre e 1 scimmia nuova.
Qui la storia si fa interessante. La scimmia nuova, come previsto, tenta di raggiungere la banana. Come era avvenuto con la scimmia precedente, le altre scimmie le impediscono di raggiungere il frutto senza che il ricercatore dovesse spruzzare dell’acqua. Anche la prima scimmia sostituita, quella che non era mai stata spruzzata ma era stata dissuasa dalle altre, si è attivata per impedire che l’ultima arrivata afferrasse la banana.

LA CONCLUSIONE DELL’ ESPERIMENTO
La procedura della sostituzione delle scimmie viene ripetuta finché nella gabbia sono presenti solo scimmie “nuove”, che non sono mai state spruzzate con l’acqua.
L’ultima arrivata tenta naturalmente di avvicinarsi alle banane ma tutte le altre glielo impediscono: nessuna di esse però conosce il motivo del divieto!
Stephenson descrive l’atteggiamento inquisitore dell’ultima scimmia arrivata, come se cercasse di capire il perché del divieto di mangiare quella banana così invitante. Nel suo racconto le altre scimmie si sono guardate tra loro, quasi a cercare questa risposta. Il problema è che nessuna delle scimmie presenti la conosceva, perché nessuna era stata punita dallo sperimentatore per averci provato, era stato il gruppo a opporsi.
Una nuova regola era stata tramandata alla generazione successiva, ma le sue motivazioni erano scomparse con la scomparsa del gruppo che l’aveva appresa.
Se fosse stato possibile chiedere alle scimmie perché picchiavano le compagne che provavano a salire sulla scala, la risposta sarebbe stata più o meno questa: ” Non lo so, è così che si fa da queste parti!” Suona familiare?
Non smettere di indagare, di chiedere, di trovare nuovi paradigmi. Spesso il nostro modo di agire è solo il frutto di azioni che ripetiamo perché l’abbiamo visto fare da altri, senza sapere bene il perché. Cambiate le vostre abitudini. Non abbiate paura. Sfuggite al più grande esperimento sociale mai visto nella storia, quello di consumare quello che altri (gli sperimentatori) vogliono che consumiamo, quello di evitare che ci poniamo domande, che troviamo nuove soluzioni per vecchi problemi.

Bibliografia
Stephenson, G. R. (1967). Cultural acquisition of a specific learned response among rhesus monkeys. In: Starek, D., Schneider, R., and Kuhn, H. J. (eds.), Progress in Primatology, Stuttgart: Fischer, pp. 279-288.



QUANDO L'UNIVERSITÀ DIVENTA UN BAR PUBBLICO
Il mercato e l'illusione di un progresso unitario ha spinto chiunque a fare l'università come fosse una tappa obbligatoria. Una volta ci andava chi aveva vocazione, desiderio, chi era capace ed avevamo dei veri professionisti, oggi la prende chiunque col minimo e cosa abbiamo: degli incapaci laureati. Ora la maggior parte di chi si iscrive lo fa o perché non vede alternative lavorative o perché si sente costretto e indeciso per il futuro. Sono una generazione bersagliata dalla sentenza: "Senza la laurea dove vai?". Invece nel mondo del lavoro oggi la laurea serve a pochissimi, gli altri sono raccomandati e dei carrieristi che ci sanno fare con altri mezzi che non sono quelli della loro professione. Per sopravvivere invece credo che oggi vince chi parte dal basso e si è coperto le spalle imparando anche un mestiere. Fateci caso: quanti laureati vedete nei call center o in lavori di arrangiaggio? Ma non ci troverete facilmente un cuoco/cameriere/pasticciere/sarto/idraulico/parrucchiere e cosi via a fare volantinaggio o assistenza anziani, mentre il contrario sì: architetti a fare il taxista oppure avvocati a fare giardinaggio.





STIAMO SEMINANDO LA NOSTRA DISTRUZIONE
VOTANDO PER CHI CI GOVERNA!
MA SIAMO COSI INFANTILI ED IMMATURI DA CREDERE CHE NON SIAMO CAPACI DI GOVERNARCI DA SOLI? SIAMO NOI CONTADINI ED OPERAI CHE DIAMO DA MANGIARE A QUESTA MANDRIA DI FANNULLONI.
BASTAVA LA PAROLA PER SCAMBIARE MERCE TRA DI NOI, MA AVETE VOLUTO LE CAMBIALI CON LE MARCHE DA BOLLO E LA CARTA AUTENTIFICATA.... ALLORA SUBITE E PATITE, ANDATE A VOTARE.

Foto di Pawel Kuczynski





















Nessun commento:

Posta un commento