lunedì 9 novembre 2015

I 4 PRINCIPI DEL YIN-YANG

Il primo principio del pensiero Yin-Yang è Unità, ci dice che non siamo separati dalla natura. Spesso vediamo “noi” come esseri umani e “loro” come natura. Questo non è possibile. Poi c’è il secondo principio, ii bilanciamento dinamico. Ci sono sempre due polarità in natura (cose che sembrano opposte), simbolizzate dallo “yin e yang (malattia e salute, ricchezza e povertà, amore ed odio, buio e luce). In ogni caso nessuna di queste coppie esiste da sola così come noi stessi non esistiamo da soli. Queste due polarità (yin e yang) non solo si bilanciano l’una con l’altra ma si complementano in cicli. Questo è il terzo principio: crescita ciclica. Il sole viene sostituito dalla luna, la luna viene sostituita dal sole. L’estate lascia il posto all’inverno, poi l’inverno lascia il posto all’estate. La luce viene sostituita dal buio che a sua volta viene sostituito dalla luce. Ovunque in natura si possono osservare questi cicli. 
Se noi agiamo con la forza energetica è possibile produrre una polarità grazie al suo opposto. Questo è il quarto principio: azione armoniosa. Questo significa che quando vuoi qualcosa, devi dare di più di quel qualcosa. Se vuoi forza devi rendere forti gli altri, se vuoi abbondanza devi dare in abbondanza, se vuoi amore devi dare amore. Devi regalare ciò che vuoi ricevere. Quindi la negatività, o brutte giornate o fallimenti, non sono passi indietro ma trampolini di lancio verso il successo. Il buio non solo è necessario, è da accogliere. Quando i tempi sono duri sta a noi guadagnarci il ritorno nella luce. E sappiamo che c’è la luce perché abbiamo sperimentato il buio. Solo in questo modo possiamo modellare le nostre vite ed essere grati per le cose positive. Se tutto arrivasse senza sforzi non potremmo apprezzarlo ed essere felici.

Nessun commento:

Posta un commento